Fibromi uterini

La terapia con ultrasuoni focalizzati utilizza l’energia delle onde acustiche (ultrasuoni) per eliminare le cellule del fibroma uterino in modo del tutto non-invasivo, senza quindi incidere la cute. L’energia degli ultrasuoni viene focalizzata in un punto specifico dove determina un aumento della temperatura fino a distruggere le cellule, solo nel punto in cui si sta trattando. Questa terapia si ottiene utilizzando le immagini della Risonanza Magnetica come una guida in tempo reale ma anche come controllo dell’effetto terapeutico. La Risonanza Magnetica a tal riguardo offre una impareggiabile sicurezza alla terapia monitorando secondo dopo secondo il decorso della terapia. Durante la procedura la Paziente è cosciente, solo parzialmente sedata e interagisce con l’operatore, potendo anche interrompere la terapia se necessario. Il risultato finale è una necrosi del tessuto fibromatoso che verrà riassorbita dal corpo in un tempo variabile a seconda del soggetto. La terapia con ultrasuoni focalizzati ha come effetto immediato quello di ridurre la sintomatologia sia legata al sanguinamento (in seguito alla necrosi cellulare) che alla sensazione di peso (rendendo più morbido il fibroma).

  • Esperienza Clinica

L’avanzato sistema tecnologico che combina la Risonanza Magnetica e gli ultrasuoni focalizzati, è stato installato presso il Policlinico Umberto I nel 2010, nel Dipartimento di Scienze Radiologiche, Oncologiche e Anatomopatologiche. Il trattamento si effettua in regime di Day-Hospital, presso la Clinica Ginecologica (Prof. Benedetti Panici; Prof. Pecorini). In 2 anni sono state sottoposte a trattamento più di 60 Pazienti, per un totale di 75 fibromi, dei quali molti trattati nell’arco degli ultimi 6 mesi. In circa il 93% dei casi si è ottenuta una completa remissione dei sintomi; l’intervento chirurgico è stato necessario in sole 3 Pazienti. Possibili complicanze sono rappresentate esclusivamente da ustioni della cute; nella nostra esperienza abbiamo avuto un solo caso risolto con terapia locale.

  • Come Fare

Per determinare la fattibilità del trattamento con ultrasuoni focalizzati è necessario preliminarmente un esame di Risonanza Magnetica della pelvi con mdc. Questo esame è di primaria importanza perché consente di valutare l’anatomia pelvica, le caratteristiche strutturali del fibroma, l’esatto numero di eventuali fibromi (se multipli), la loro localizzazione all’interno dell’utero e la loro vascolarizzazione. Elementi questi che saranno valutati per definire se il fibroma potrà trarre beneficio da questa tipologia di trattamento. Se in possesso di una richiesta, ci potrà contattare per prendere un appuntamento ed eseguire presso la nostra Unità l’esame di RM. Se già in possesso di una recente RM pelvi con mdc, ci contatti per sapere le modalità di trasmissione dei dati.

  • Vantaggi
          Il trattamento dei fibromi con MRgFUS non prevede ricovero ospedaliero (si effettua in Day-Hospital), è possibile tornare al normale stile di vita il giorno successivo, la fertilità è preservata, il tasso di complicanze è molto basso – minore del 3%

Video   

 

Galleria